Viaggi e psiche – Scopri le caratteristiche del viaggiatore!

Il carattere di ogni essere umano è differente ma se instauriamo un approccio più generico al tutto, scopriremo che molte persone hanno degli atteggiamenti molto simili in base ad alcuni fattori:

  • la gente con cui ci si frequenta
  • lo stile di vita che si conduce
  • il contesto sociale nel quale si è immersi
  • i propri ideali.

E’ proprio sull’ultimo aspetto che vogliamo soffermarci. Gli ideali comprendono tutto ciò che noi consideriamo perfezione o comunque tutto ciò a cui vorremmo ambire.
Quasi ogni persona li possiede e nel caso del viaggiatore, i suoi ideali si sposano perfettamente con la voglia di esplorare e di vivere continue esperienze in ogni angolo del mondo.
Ma oltre al fatto del voler conoscere nuove mete in termini di avventura, ci sono tante caratteristiche che fanno parte della psiche di ogni “travel addict“.
Scopriamole insieme!

1. Positività. Ebbene sì, chi viaggia spesso o comunque ambisce alla continua scoperta del mondo ha una mente ricca di pensieri positivi. Anche se l’ignoto a volte può spaventarlo, il viaggiatore difficilmente si lascia abbattere dalle negatività.
Pensate ad una persona molto triste: la prima cosa che gli verrebbe da fare sarebbe quella di chiudersi in casa o comunque di volersi isolare del mondo.
Il viaggiatore invece è l’opposto: magari alcuni suoi viaggi possono nascere come conseguenza di diversi pensieri negativi ma il suo “evadere” corrisponde al reagire e quindi al voler prendere la propria vita in mano. Incredibile vero?

2. E’ intelligente. Ok, magari non tutti i viaggiatori sanno fare calcoli matematici assurdi o formulare teorie complesse, ma fidatevi che queste persone ne sanno molto della vita. L’intelligenza in questo contesto va intesa principalmente come bravura nel sapersi approcciare alla grande con il mondo esterno. E non è mica una cosa da tutti!

3. Non è razzista. Su questo punto non vogliamo fare di tutta l’erba un fascio in quanto esistono molte persone che viaggiano spesso ma evitano alcune mete proprio per una bassa stima nei confronti degli abitanti. Ma generalmente, chi viaggia ha una mente più aperta e dunque ha una maggiore tolleranza nei confronti del “diverso” proprio perché è cosciente del fatto che il mondo è un surrogato di culture differenti!

4. Ha uno spirito poetico. Questo è l’aspetto che ci piace di più. E’ difficile trovare un vero viaggiatore dal cuore duro: c’è chi parte cercando sé stesso e c’è chi parte dopo una delusione ed ha bisogno di fuggire per “dimenticare”.
C’è infine chi sogna ed immagina attraverso i finestrini dell’aereo, del treno o dell’auto su cui sta viaggiando.
C’è chi spera in un mondo migliore e va alla ricerca del diverso, della speranza o della fortuna.
Quale vero viaggiatore non possiede tutto ciò?

5. Possiede una forte autostima (o comunque la scopre!). Come vi abbiamo accennato in precedenza, una delle paure che può colpire il viaggiatore è sicuramente quella dell‘ignoto. Ma superandola, scopre di essere più forte ed allo stesso tempo in ogni momento del viaggio scopre di essere in grado di fare cose che non avrebbe nemmeno immaginato. Scopre una nuova versione di sé stesso che gli piace e proprio per questo inizia a stimarsi ad apprezzare diversi lati del suo carattere ad egli prima sconosciuti.

Il viaggio è quindi una vera scoperta, non solo di una nuova meta ma anche di sé stessi.

Siete d’accordo?
Lasciate un commento con la vostra opinione!

www.wlust.org

(Seguiteci anche su Facebook: https://www.facebook.com/wanderlustthetravelpassion/)