Viaggi e parole: la “Letteratura di viaggio”

Nel corso della storia, numerosi scrittori e poeti si sono occupati di una tematica del tutto affascinante ed allo stesso tempo originale: il viaggio.
Descrivere nei dettagli alcune esperienze vissute in paesi stranieri, narrare episodi di avventure in posti insoliti sono solo alcuni elementi che fanno parte della “letteratura di viaggio“.

Questo genere letterario si occupa di tutti i processi che fanno parte del semplice “spostarsi da un luogo all’altro”.
Conosciuta anche come “narrativa di viaggio“, questo filone letterario non tratta un semplice resoconto di ciò che prova il viaggiatore dinanzi a nuovi territori o a nuove culture: al contrario, abbraccia diverse discipline, quali la scienza, l’arte e l’immaginazione.

Quali sono le caratteristiche della “letteratura di viaggio”?
Non ci sono delle linee fisse che la rappresentano ma generalmente, essa può comprendere:
1. La registrazione di date ed eventi
2. I diari di esperienze vissute (o immaginate)
3. I reportage
4. Le guide

Quando è nato questo genere letterario?
E’ difficile stabilire una data precisa, ma di sicuro già dall’antichità si hanno le prime tracce di narrativa di viaggio di tipo “immaginario“: basti pensare all’ “Odissea” di Omero o alla famosissima “Divina Commedia” di Dante Alighieri.
Oggi, il tema del viaggio è molto richiesto nella letteratura e sono moltissimi gli autori che trattano questa tematica, spesso sfociando anche nel giornalismo.

Avete voglia di leggere un libro che ha come tema principale il viaggio?
Ecco una nostra lista: goo.gl/4BHAK6

Se invece non siete amanti della lettura ma siete degli appassionati di film, abbiamo comunque una lista per voi: goo.gl/BPcovq


E se avete dei libri/film a tema viaggi da consigliarci non vi resta che lasciarci un commento!
www.wlust.org

Seguiteci anche su Facebook: https://www.facebook.com/wanderlustthetravelpassion/