Solarboxes: addio alle cabine telefoniche rosse di Londra?

In Gran Bretagna, specialmente a Londra, le famosissime cabine telefoniche rosse hanno subito un vero e proprio restyling diventando verdi e dal nome “Solarboxes”.

Si tratta di un lavoro portato a termine da due laureati in geografia della “London School of Economics”, Harold Craston e Kirsty Kenney. Secondo loro, molte cabine telefoniche sono diventate sinonimo di comportamenti antisociali, portando così ad un’immagine negativa di alcuni spazi pubblici. Le Solarboxes invece, possono essere una netta soluzione ai problemi di vandalismo.

La prima Solarbox è stata inaugurata nell’ottobre 2013 a Tottenham Court Road, una delle strade più trafficate di Londra.

Come sono composte queste nuove cabine?

Come vi abbiamo accennato poco fa, sono di colore verde e dispongono di pannelli solari piazzati sul tetto. Al loro interno, sono presenti delle porte USB utili per la ricarica di vari dispositivi elettronici come smartphones e tablet. La cosa incredibile è che una Solarbox è in grado di caricare fino a 100 telefoni al giorno, garantendo una carica di batteria del 20% circa in soli dieci minuti.
Le Solarboxes hanno bisogno di pochissima luce solare, grazie alla presenza di una batteria integrata: sono sufficienti circa tre ore al giorno di sole per far sì che esse siano funzionanti durante tutto l’anno. Inoltre, questo tipo di batteria è in grado di alimentare uno schermo (sempre presente all’interno della cabina), il quale mostra tantissimi annunci pubblicitari, come ad esempio il servizio di trasporto Uber o il Tinder dating.

Grazie al loro design, il rischio di furto e vandalismo è diminuito in gran misura. Il tutto è possibile anche per via dei suoi orari: aprono alle 5.30 del mattino e vengono chiuse alle 23.30, proprio per evitare eventuali e spiacevoli episodi.

Le solarboxes hanno ottenuto anche l’approvazione della British Telecom (BT), la quale li ha considerati un prodotto alternativo di ricarica e di dominio pubblico.

Dove è possibile trovare le Solarboxes?

Sono solitamente situate vicino alle stazioni, ai ristoranti o a diverse attrazioni pubbliche.
Questo potrebbe essere l’inizio di una svolta: le persone potrebbero iniziare a comunicare in modo sicuro ma soprattutto sano, evitando di andare incontro a radiazioni di vario genere.

Ma che ne sarà delle tradizionali Red Telephone Boxes?

Ovviamente non tutte le scompariranno: alcune sono state trasformate in coffee shops, mini librerie o centri di pronto soccorso ma la maggior parte non subirà trasformazioni (almeno per il momento!) in quanto rappresentano un’icona culturale britannica ed allo stesso tempo uno dei soggetti più fotografati dai turisti provenienti da ogni parte del mondo!

LEGGI ANCHE: “Storia delle cabine rosse di Londra

Ps: E per restare sempre aggiornati sui nuovi articoli del blog, seguiteci anche sulla pagina Facebook  https://www.facebook.com/wanderlustthetravelpassion/ e sulla pagina Instagramhttps://www.instagram.com/wlust_org/

@linda_wlust92