~ Alla scoperta di San Marco di Castellabate (Salerno)

Dove pensate sia stata scattata la foto di questo bellissimo mare blu?
Qualche posto esotico, una località esclusiva e inaccessibile?
Se abitate al Sud Italia, è a quattro passi da voi.

Oggi parliamo di San Marco, frazione di Castellabate. Si trova a sud di Salerno, nella zona del Cilento, ed è una piccola oasi, perfetta per una fuga last minute nel weekend.
È il posto ideale per rilassarsi, godersi un mare da favola e un po’ di fresco quando la città comincia a starci stretta.
Se avete già pronte le valigie, ecco i punti strategici da cui ammirare panorami mozzafiato e qualche consiglio per vivere la vostra vacanza al meglio.

Cominciamo dall’ovvio motivo per cui siete a San Marco: le spiagge.
La spiaggia principale è quella del Pozzillo, che collega San Marco alla vicina frazione di Santa Maria (molto frequentata dai turisti e piena di negozi e ristoranti). Fra un lido e l’altro ci sono ampi spazi dove si può sostare liberamente, ma anche in altre zone costiere è permessa la balneazione libera.
Consiglio: caricate in macchina un ombrellone e un paio di sedie pieghevoli, per una vacanza davvero low cost.

 

Per i temerari che non hanno paura di aggirarsi sotto il sole alla scoperta dei luoghi più belli, San Marco offre grandi sorprese.
Cominciamo dal Sentiero Naturalistico “La Grotta”: una passeggiata panoramica come poche. Avrete il mare turchese ad accompagnarvi lungo la strada e ammirerete scogliere a strapiombo con scorci meravigliosi.
Se poi siete davvero temerari, ecco una perla nascosta, tutta per voi.
Proprio nella parte iniziale del sentiero, noterete un punto in cui lo steccato che funge da parapetto alla strada si interrompe. A prima vista può passare inosservato, ma fateci caso: in quel punto, quasi a strapiombo sul mare, troverete una scaletta scavata nella roccia. Seguitela e vi condurrà in un piccolo paradiso. Provare per credere.
Consiglio: Assicuratevi di portare con voi cappello, acqua e scarpe antiscivolo!

Vi proponiamo un secondo itinerario che vi porterà attraverso le strade del paese, con le sue casette colorate, fino alla piazzetta centrale. Lì troverete la chiesa col suo antico campanile, ristoranti e bar dove fermarsi a mangiare o a godersi un caffè al tavolino.
Se continuerete ad aggirarvi fra i vicoletti, vi imbatterete in giardini rigogliosi che si intravedono dai cancelli delle ville e adorabili portoncini in legno, fino ad arrivare al porto turistico. Qui potrete aggirarvi fra le miriadi di barchette bianche, fermarvi a riposare al fresco su una panchina o fare aperitivo in uno dei bar che si trovano lì attorno.

Se avete ancora voglia di andare a caccia di panorami unici, allora sfoderiamo il nostro asso nella manica. Costeggiando il porticciolo verso sinistra,continuate a seguire la strada lungo la costa. Dopo tratti sul mare, e tratti nel bel mezzo della natura, vi ritroverete a Punta Licosa, sui cui scogli è possibile fare il bagno o stare a guardare il tramonto.
Consigli: armatevi di tanta pazienza perché la strada è lunga, ma ne vale la pena!

Sezione gastronomica:
Nessun viaggio è completo senza l’accurata pianificazione dei cibi e ristoranti da provare.
Vi consigliamo caldamente il bar La Torretta, molto rinomato nella zona. Se siete on a budget, lo adorerete: vasta selezione di salati, dolci, gelati, piccola pasticceria etc.
Porzioni più che abbondanti e prezzi davvero bassi.
Inoltre, se vi dovesse capitare di incontrare qualche tipico furgoncino che vende frutta, chiedete delle ‘Merendelle’ un frutto di origine calabra che si produce anche in questa zona. Sono piccole, tonde, dal colore verde chiaro e dal gusto molto particolare, a metà fra una mela e una pesca. Sono quasi introvabili nelle altre regioni italiane.

Chiudiamo questo giro di San Marco con una puntata alla vera e propria Castellabate.
Raggiungibile in macchina in pochi minuti, è ormai diventata un luogo turistico in piena regola, dopo il boom di popolarità legato al film ‘Benvenuti al Sud’, che è stato girato proprio lì.
È un piccolo borgo arroccato, molto caratteristico, con ristoranti, piccoli chioschi per souvenir e artigianato locale, ristoranti e gelaterie. Anch’esso gode di una bellissima vista sui territori circostanti che potrete ammirare dall’alto.
Soffermatevi sul Castello, che dà il nome al luogo, sulla targa storica che riporta le famose parole di Gioacchino Murat (“Qui non si muore”), e sulla bella piazzetta sempre animata da turisti e bambini, con i suoi ristoranti all’aperto e negozietti.
Consiglio: Di giorno è lideale per le visite turistiche e il panorama, di notte è perfetta per una cena o una passeggiata.

A questo punto avete un ventaglio completo di idee per la vostra fuga dalla città, non resta che caricare valigie e ombrelloni in macchina e partire!

Autrice:
Chiara Guarino
Instagram: @soif.de.voyage,
https://www.instagram.com/soif.de.voyages/

www.wlust.org

Seguiteci anche sulla pagina Facebook: https://www.facebook.com/wanderlustthetravelpassion/
Ps: ti è piaciuto quest’articolo?
Lasciaci un like qui sotto: