Sardegna: il Paradiso d’Italia tra acque cristalline e sabbie finissime

Ciao amici!
Oggi la nostra fan Isabella ci parla di una delle regioni più gettonate per le vacanze estive, ossia la Sardegna!
Buona lettura 🙂

“La Sardegna è una delle Isole più grandi del Mediterraneo, kilometri di costa incontaminata e distese di sabbia finissima di un colore rosato/bianco si alternano a paesaggi mozzafiato, pinete e promontori a strapiombo sul mare. La nostra isola non ha nulla da invidiare alle spiagge caraibiche delle Hawaii, offrendo ai visitatori, agli amanti dello snorkeling, ma anche agli appassionati del relax, luoghi isolati di una bellezza straordinaria. Essa però è sempre stata considerata una terra a sé, tanto che i suoi abitanti usano chiamare il resto della penisola “il continente“ e hanno mantenuto negli anni incontaminata una cultura e uno stile di vita distinto. Seguitemi in questo viaggio dove vi descriverò in breve quattro delle spiagge più belle da me visitate!

1. IL POETTO

Iniziamo il nostro viaggio proprio da una delle spiagge più conosciute e tra le mete preferite dai Cagliaritani: il Poetto! Esso si estende per circa 8 km dalla Sella del Diavolo sino al litorale di Quartu Sant’Elena, si trova a pochi passi dalla città e qui si può godere a pieno dei servizi messi a disposizione, quali alberghi, parcheggi, bar e discoteche. Ciò che invece non è garantito nelle spiagge seguenti, dove a dominare e la natura selvaggia.

2. CALA REGINA

Ideale per gli amanti della pesca subacquea è la spiaggia di Cala Regina (raggiungibile facilmente percorrendo la strada statale vecchia che costeggia il lato sud-est) oltre a questo nome affascinante essa è caratterizzata da un fondo di sassi, ciottoli e scogli che rendono consigliabile l’utilizzo di scarpette adatte, e che colorano il mare di un blu cangiante.

3. MARI PINTAU

Proseguiamo ora il nostro viaggio verso la mia spiaggia preferita in assoluto: Mari Pintau. Tradotto “mare dipinto”, letteralmente. Non c’è nome più azzeccato di questo, la bellezza del suo mare è straordinaria, Mari Pintau è caratterizzata da sabbia e ciottoli rosati, e da un’acqua azzurra che dall’alto brilla sotto il sole. Purtroppo in questi luoghi “nascosti” e un po’ isolati e consigliabile arrivare la mattina presto a causa della scarsità di parcheggio.

4. PUNTA MOLENTIS (VILLASIMIUS)


Eccoci arrivati a Villasimius, una delle mete più famose e più belle di tutta la Sardegna! Una delle spiagge più belle da me visitate è sicuramente Punta Molentis, tradotto “punta dell’asino”, ho visitato questa spiaggia per la prima volta quest’anno e mi ha stupita positivamente per la sua bellezza e la sua particolarità, la spiaggia (purtroppo molto piccola) è infatti bagnata su entrambi i lati. La sabbia e finissima e la sua acqua è colorata di varie sfumature che vanno dall’azzurro al verde smeraldo.

La Sardegna è sì una delle mete per eccellenza per i turisti, ma non solo per la bellezza del suo mare, ma anche per la sua ricca gastronomia! Ecco due piatti tipici da non perdere assolutamente: i Culurgiones e le Seadas.

I CULURGIONES

Ravioli di patate, realizzati con semola di grano duro e acqua, dalla caratteristica chiusura a spiga, sono uno dei primi piatti più buoni e caratteristici della cucina sarda. Il ripieno è formato da pecorino, menta, patate e aglio, e condito con sugo, da non perdere!

LA SEADAS

Ecco invece uno dei dolci più buoni che abbia mai assaggiato: la seadas. Costituito da due dischi di pasta di semola che racchiudono una sorpresa di formaggio tenero, un po’ acidulo, e scorza di limone, Il tutto viene prima fritto e poi arricchito, a richiesta, con zucchero o/e miele.

Sono tanti i posti da visitare e i piatti da assaggiare, ma spero che questo piccolo viaggio tra le spiagge più belle della Sardegna e i cibi è più buoni possa avervi aiutato a scoprire un piccolo pezzo dell’isola.
Felice di aver condiviso con voi un pezzo di me e una delle mie vacanze preferite!!”
Isabella

Autrice: Isabella Lai
Il suo account Instagram: https://www.instagram.com/isabellalai_/

Ps: Ti è piaciuto quest’articolo?
Lasciaci un like qui sotto!


Seguici anche sulla pagina Facebook: https://www.facebook.com/wanderlustthetravelpassion/