La storia della Pizza Napoletana

Ciao amici! Conoscete la storia della pizza napoletana?

Può sembrarvi un piatto totalmente made in Italy ma non è così. Le origini del suo impasto sono certamente italiane e risalgono addirittura ai primi del ‘500: negli antichi sobborghi di Napoli, venivano preparate delle focacce schiacciate a base di strutto, sale grosso, basilico e caciocavallo ed erano chiamate pizze. Ciò che ha rivoluzionato il tutto è stato l’arrivo del pomodoro: dopo la scoperta dell’America del 1492, molti prodotti tipici del Nuovo Continente vennero importati in Europa tra cui il pomodoro che proveniva dal Perù. All’inizio del ‘700 le pizze avevano già una ricetta simile a quella attuale grazie appunto alla presenza del pomodoro ed alla sostituzione dello strutto con l’olio. Il piatto si diffuse rapidamente in tutto il mondo, grazie al fatto che molti italiani migrarono all’estero. Successivamente, l’impasto venne arricchito di lievito (scoperta egiziana) e mozzarella, creando così la famosissima “Margherita”.

Ma perché si chiama così?

La sua denominazione ha origini ottocentesche, in occasione della visita a Napoli del Re Umberto I e di sua moglie Margherita. Nell’ambiente di corte, Raffaele Esposito, il miglior pizzaiolo di quel periodo, offrì la pizza pomodoro e mozzarella anche a loro: la Regina apprezzò molto il gusto di questo piatto e gli fece i suoi complimenti. Così, per questo motivo, egli decise di ricambiare i suoi ringraziamenti dando alla pizza il nome di Margherita.

Oggi, esistono diversi tipi di pizza napoletana e ciò che la rende inconfondibile è il suo impasto dal “cornicione” doppio e dalla gustosissima mozzarella. E’ ormai diventata una pietanza simbolo dell’Italia (un po’ come la pasta) ed è sinonimo del buon mangiare, del benessere culinario e della dieta mediterranea. Inoltre, nel caso della pizza Margherita, il bianco della mozzarella, il verde del basilico e il rosso del pomodoro richiamano i colori della bandiera italiana. Andare in una pizzeria a Napoli è una tappa fissa per i turisti: bisogna dire però che è possibile trovare la pizza napoletana anche all’estero ma bisogna sempre accertarsi che sia quella originale (magari informandosi sulle origini del proprietario del locale o del pizzaiolo). Una cosa è certa: a Napoli troverete la vera pizza napoletana, dal gusto unico ed inconfondibile.

E voi avete mai assaggiato la pizza napoletana?
Raccontateci la vostra esperienza!

Ps: E per restare sempre aggiornati sui nuovi articoli del blog, seguiteci anche sulla pagina Facebookhttps://www.facebook.com/wanderlustthetravelpassion/

LEGGI ANCHE: San Gregorio Armeno: la perla di Napoli