Bosco delle Pianelle: flora, fauna e…

Ciao amici!
Oggi vi parliamo di una riserva naturale famosissima in Puglia, chiamata “Bosco delle Pianelle“!
Essa si estende in un territorio di ben 1200 ettari nella zona Martina Franca – Crispiano – Massafra.

Ciò che rende speciale questo posto è la presenza di una grande varietà di flora e fauna.
Addentrandosi nel bosco, è possibile ammirare le volpi, i gufi, le donnole ma soprattutto numerosi volatili ed insetti. Ci sono tantissimi alberi di leccio e piante selvatiche (come ad esempio orchidee e corbezzoli) e nella stagione primaverile, si ha la possibilità di fotografare fiori bellissimi e non sempre visibili ovunque.
“Bosco delle Pianelle” è un vero e proprio polmone verde e nel corso degli ultimi sta diventando una delle mete più gettonate dai pugliesi per trascorrere una giornata immersi nella natura, circondati da una profondissima quiete.

L’aumento dei visitatori (provenienti anche da altre regioni d’Italia) ha fatto sì che quest’affascinante riserva si sia munita di servizi e attività di svago, come ad esempio le escursioni.
Con pochi euro si ha la possibilità di esplorare gran parte del bosco e presso il “centro visite” sarete accolti da persone che vi forniranno di informazioni turistiche, legate anche all’utilizzo di biciclette.
Oltre alle escursioni e al ciclotrekking, vengono effettuate le seguenti attività: birdwatching, passeggiate etnobotaniche e sport adatti ad adulti e bambini.
Inoltre, sono presenti diversi giochi e aree picnic dove è possibile sostare per diverse ore: il “Bosco delle Pianelle” apre alle ore 9 e chiude alle ore 19 (può subire dei cambiamenti di orario in base alla stagione ed alle festività).

Da esplorare nei dintorni:
1) La Gravina delle Pianelle (da cui prende il nome del bosco): è il punto in cui si inizia a percepire il cambio di temperatura, dato dalla forte presenza di alberi e piante.
2) La Gravina del Vuolo: essa è famosa perché dispone della Grotta del Sergente Romano, luogo che secondo alcune leggende rappresentava il rifugio di un brigante.
3) Valle d’Itria: per raggiungere questa zona avrete bisogno di un mezzo che vi consentirà di ammirare un paesaggio mozzafiato ricco di trulli, simboli pugliesi per eccellenza (Vedi qui la loro storia: Trulli)

E voi siete mai stati al “Bosco delle Pianelle”? Cosa vi ha colpito in particolare?

LEGGI ANCHE: “I trulli di Alberobello

Ps: Per restare sempre aggiornati sui nuovi articoli del blog, seguiteci sulla pagina Facebookhttps://www.facebook.com/wanderlustthetravelpassion/ e su Instagramhttps://www.instagram.com/wlust_org/