Cosa visitare in Islanda? La guida completa!

Ciao amici!
Cercate consigli su cosa visitare in Islanda?
La nostra lettrice Maria Teresa è stata lì recentemente e ha voluto condividere con noi la sua esperienza. Buona lettura!

“Viaggiare aiuta tanto a scoprire posti e culture nuove ed anche a recuperare le energie dopo mesi di stress lavorativo.
Certamente viaggiare in inverno non sempre può essere l’ideale per chi non ama il freddo, la pioggia e la neve. Per chi ha, invece, tanto spirito di avventura ed è stanco dei soliti viaggi-vacanza, l’idea di andare a visitare un paese del Nord Europa calza a pennello.

Se si ha anche una settimana tra Ottobre e Gennaio, il mio suggerimento è quello di scegliere l’Islanda, avendo un’alta possibilità di riuscire a vedere le magiche Northern Lights. Terra fredda e selvaggia, ma bellissima da vivere.
Di recente ritorno da questa splendida isola, mi sento di suggerirvi qualche topics.

Innanzitutto, se decidete di partire per un paese freddo, vi serve un outfit adatto: tutto rigorosamente snow friendly, impermeabile e caldo! Non serve spendere una fortuna o rinnovare completamente il guardaroba, semplicemente andando alla Decathlon si possono trovare capi warm active adatti all’occasione. Piccolo trucco: scegliete colori sgargianti, il paesaggio islandese invernale, con solo 3/4 ore di luce, può essere grigio ed oscuro ed essere notati nelle foto è quello che si vuole, perciò sbizzarritevi dal verde fluo al rosa barbie.

Cercate di avere un paio di scarpe di riserva, oltre a quelle da neve, perché dovrete camminare tanto e su terreni impervi, i vostri piedi chiederanno una pausa di tanto in tanto e nella capitale, se abituati alle strade ghiacciate, è possibile camminare in centro con scarpe più comode. I vostri piedi vi ringrazieranno e potrete godervi le lunghe escursioni senza un lamento.

Dove stare?

Personalmente ho trovato accogliente e sinistro (amo le storie di fantasmi) il Travel Inn Guests House, a pochi passi dalla fermata principale dei bus in Reykjavik e not so expensive, perchè credetemi la città è un tantino cara.
Se amate guidare per lunghe distanze e con qualsiasi clima, vi consiglio vivamente di affittare un’auto.
Personalmente amo i tour guidati, perché preferisco ascoltare la storia di un posto, piuttosto che vederlo soltanto. Perciò mi sono lasciata accompagnare dall’ Excursion Bus nelle varie tappe del mio tour ed ho colto l’occasione di fare amicizia con altri ragazzi in visita.

Cosa fare?

Ovviamente cercate di stilare un itinerario preciso e suddividere le cose da fare nelle diverse giornate.
Un giorno pieno va dedicato per il Golden Circle, dove potrete ammirare le Golden Falls quasi completamente ghiacciate in questo periodo dell’anno; il Parliament Lake, cosí chiamato a causa del suo passato: un tempo i vari clan nordici (Vichinghi) dalla Danimarca, dalla Norvegia, dalla Svezia etc, affrontavano il viaggio sino in Islanda per riunirsi e discutere delle proprie imprese, era anche un’occasione unica da sfruttare per grandi festeggiamenti e rituali; la piana del Geysir, dove restare a bocca aperta davanti al potente getto di acqua calda dei vari geysers.

Potreste poi, se il meteo lo favorisce, dedicare la notte alla ricerca di un luogo lontano dalle luci artificiali a caccia dell’Aurora Boreale. Anche se non si dovesse presentare, riuscireste a godere della magnifica vista della Via Lattea e di un immenso cielo stellato.

Se il tempo è nuvoloso, non disperate, Reykjavik offre una vasta scelta di pub stile inglese ed irlandese dove godere anche di ottima musica live e fare ottime nuove conoscenze. Il mio suggerimento è quello di passare la serata al Gaukurinn, dove cimentarsi nel karaoke, vi sono a disposizione anche testi in italiano. 😉

Strade permettendo, è bellissimo guidare da Reykjavik verso Vik, lungo tutta la costa sud, con qualche fermata obbligatoria per ammirare le Skógafoss e lo Eyjafjallajökull ancora attivo.
Una volta giunti a Vik potrete rimanere incantati dalla forza del mare e per i fan di Game Of Thrones, dalla black sand che è stata sede di molte famose scene della serie.

Ovviamente l’Islanda, famosa anche per le sorgenti naturali di acqua termale di origine vulcanica, offre non solo spericolate escursioni, ma momenti di vero piacere e relax. Questo è il caso della famosa e suggestiva Blue Lagoon.

Vi suggerisco di prenotare la visita in anticipo e dedicarci quanto meno un’intera mattinata. Reykjavik è anche centro vitale della cultura islandese e potrete trovare diversi musei ed monumenti come: Hallgrimskirkja, Perlan, Harpa e tanti altri. Quasi arrivati alla fine del vostro viaggio, non dimenticate di acquistare qualche souvenir del luogo: il Puffin di peluche simbolo dell’isola e lo sweater fatto con la lana locale, sono dei must-have.

Che aspettate? Respirate la fredda e vitale aria del nord, godetevi una bella birra locale ed andate alla scoperta della terra di Thor e degli elfi, lasciandovi incantare dal paesaggio tutt’intorno”.


Autrice: Maria Teresa Nardi

Vuoi scrivere anche tu un articolo per Wanderlust: The Travel Passion?
Inviaci un messaggio alla pagina Facebook: https://www.facebook.com/wanderlustthetravelpassion/  o in direct su Instagramhttps://www.instagram.com/wlust_org/