Alla scoperta di Seattle!

Seattle, capoluogo della contea di King nello stato di Washington, è una città portuale della costa pacifica del Nord America. Nonostante sia tra le città più conosciute degli Stati Uniti, non è una meta molto ambita dai turisti europei, come lo sono invece New York, Los Angeles o Miami. È un vero peccato perché Seattle in realtà ha tanto da offrire. È conosciuta anche col nome di Emerald City grazie alla lussureggiante vegetazione che la circonda. Ma uno dei tratti che più la caratterizza è il suo skyline futuristico.

Un altro dei suoi punti forti è infatti il rapporto con la tecnologia: molte aziende sono nate o si sono affermate nella regione. Basti pensare che Amazon è stato fondato proprio qui nel 1994 e l’azienda Microsoft ha preso il via nella vicina Redmond. Seattle è anche nota per essere la patria della musica grunge: qui sono nati gruppi come i Nirvana, Pearl Jam e Foo Fighters.

Ma quali sono le principali attrattive della città? Trovandomi a Vancouver per l’estate non potevo non concedermi un weekend a Seattle, considerando che dista solo poche ore dal confine con il Canada. Ecco quindi un breve elenco di tutto ciò che non dovete perdervi se vi trovate a trascorrere un po’ di tempo in questa città.

Il mio ostello si trovava in posizione centrale, proprio di fronte al primo locale Starbucks della storia. Ebbene sì, anche la catena di caffè ormai diffusasi in tutto il mondo ha avuto origine qui.

Lì accanto troviamo la zona del mercato. Quanti di voi hanno sentito parlare del famoso mercato del pesce di Seattle? L’odore caratteristico vi accoglierà non appena vi metterete piede. Ma il Pike Place Market è molto di più: negozi vintage, oggetti d’artigianato, dolci e pane sfornati al momento.
Se cercate dei consigli su dove mangiare un posto imperdibile è il Pike Place Chowder: qui potrete scegliere tra una delle gustose zuppe di pesce servite in ciotole di pane. Il mio suggerimento è di evitare le ore troppo affollate per non rischiare di stare in coda un tempo interminabile.
Per gli amanti del formaggio lì vicino si trova il Beecher’s Handmade Cheese dove potrete non solo acquistare i formaggi più prelibati, ma anche assaggiare sul posto il “World’s Best” Mac&Cheese.
Infine per i più golosi consiglio vivamente il Crumpet Shop dove gustare appunto i crumpets, soffici focaccine servite con marmellata, ricotta e nutella, oppure anche in versione salata.

A breve distanza potrete raggiungere la zona del porto, molto carina e caratteristica. Qui potrete scegliere di fare un giro sulla ruota panoramica o di visitare l’Acquario.

Tra i musei degni di nota vi sono l’Experience Music Project dedicato alla fantascienza e alla popular music, apprezzato soprattutto dai fan di Jimi Hendrix e i Nirvana; e il particolare Olympic Sculpture Park, un parco aperto al pubblico che accoglie opere di arte contemporanea.

Poco prima di sera io mi sono diretta verso lo Space Needle. Questa torre, alta 184mt, è da sempre il simbolo di Seattle. Costruito in occasione dell’Expo del 1962 venne chiamato Ago Spaziale grazie alla sua forma futuristica. Il panorama di cui si gode da quassù offre stupendi scorci sul Lago Washington e il Monte Rainier. Con il calare del sole la città si trasforma: potrete ammirare il passaggio dai colori caldi e accesi del tramonto al buio della sera. La vista delle luci scintillanti dei grattacieli e del molo in lontananza è davvero meravigliosa e non avrete più voglia di scendere a terra e tornare alla realtà.


Il luogo ideale per salutare Seattle è secondo me Kerry Park. Una volta arrivati lo skyline della città si staglierà davanti a voi in tutta la sua bellezza. Se siete appassionati di serie tv è quasi impossibile che la vostra mente non voli immediatamente a Grey’s Anatomy. Tra una lacrima trattenuta ripensando per l’ennesima volta all’ingiusta fine di Derek e un senso di nostalgia all’idea di lasciare Seattle, osserverete per l’ultima volta il paesaggio che vi resterà impresso nella memoria per sempre.

Autrice: Nicole Darling

I suoi canali social:
Instagram: @nicolewendydarling
Blog: www.secondstartotheright.it

Ps: Vuoi scrivere anche tu un articolo per Wanderlust: The Travel Passion?
Inviaci un messaggio alla pagina Facebook: https://www.facebook.com/wanderlustthetravelpassion/  o in direct su Instagramhttps://www.instagram.com/wlust_org/