Positano in un giorno: la guida completa!

Positano è uno dei gioielli della Costiera Amalfitana e rappresenta una delle mete italiane più visitate nella stagione estiva.
È difficile riuscire a trovare una località così caratteristica: Positano si distingue per le sue case colorate che affacciano sul mare e i numerosi locali incastonati nelle montagne. Bisogna dire però che a livello culturale, non presenta chissà quanti luoghi di interesse. Se ci pensate bene, quest’aspetto può rivelarsi un pregio: Positano si può tranquillamente visitare anche in un solo giorno.

Allora cosa vedere a Positano?

Camminando negli splendidi vicoletti accompagnati da un profumo di limone (agrume tipico della Costiera Amalfitana), vi accorgerete della presenza di numerose scalinate che vi porteranno verso il mare: qui sarete circondati da negozietti di souvenir, botteghe di artigiani, bar, caffè, ristoranti e hotel. Ci sono inoltre le spiagge e tra le più rinomate abbiamo senza ombra di dubbio la Spiaggia di Fornillo e la Spiaggia Grande.
Il paesaggio è molto suggestivo anche di sera, grazie ai giochi di luce dati dai locali e dagli eventi organizzati dalle spiagge stesse.

Se invece siete amanti della storia, potrete visitare le Torri Saracene (che furono costruite durante il periodo delle Repubbliche Marinare, con l’obiettivo di difendere la zona dagli attacchi provenienti dal mare) e la Chiesa di Santa Maria Assunta: quest’ultima vi affascinerà un sacco poiché nasconde al di sotto una Villa Romana risalente al I secolo d.C. . Essa è stata riscoperta in un secondo momento in quanto era stata sotterrata dall’eruzione del Vesuvio. Pensate che si sta ancora scavando nel terreno per trovare altri reperti storici: al momento è possibile ammirare al suo interno diversi utensili affreschi oggetti rari e tanto altro ancora.
Infine (e non per ordine di importanza) dovreste assolutamente visitare il centro che nonostante sia piccolo, riesce a trasmettere la vera essenza del posto.

Cosa mangiare a Positano?

Positano non è soltanto un luogo bello da vedere… ma anche da gustare!
Qui si ha modo di scegliere tra tantissime specialità culinarie: pesce di ottima qualità (gamberi, molluschi, polpi, scorfani ecc) che fa da protagonista ad alcune ricette tipiche, come ad esempio gli “scialatielli ai frutti di mare” ma anche alici, formaggi, ricotta, pomodori e mozzarelle. E non possiamo di certo dimenticare la pizza, uno dei simboli italiani per eccellenza e i “ndunderi“, un tipo di gnocchi, preparati con farina, tuorlo d’uovo e ricotta: questi ultimi sono stati riconosciuti dall’Unesco come una delle paste più antiche al mondo.
Per non parlare dei dolci: a Positano è possibile assaggiare buonissime sfogliatelle, babà, biscotti, incredibili mousse e torte di vario tipo. A tal proposito, vi consigliamo vivamente di fare un salto alla pasticceria “La Zagara“, non ne rimarrete affatto delusi!

Come raggiungere Positano?

Positano è raggiungibile attraverso diversi bus che partono da Napoli, oppure da Amalfi o da Sorrento. I capolinea sono generalmente due e da lì vi consigliamo di muovervi a piedi (sappiate però che ci sarà un bel po’ da camminare tra salite e discese!) o in alternativa con dei bus che collegano le strade situate in alto.

E voi siete mai stati a Positano?
Raccontateci la vostra esperienza nei commenti!


Autrice: @linda_wlust92

LEGGI ANCHE:
1. “Costiera Amalfitana e non solo: cosa vedere e cosa non fare!” 
2. “Alla scoperta di Capri: la guida completa”


Ps: E per restare sempre aggiornati sui nuovi articoli del blog, seguiteci anche sulla pagina Facebook  https://www.facebook.com/wanderlustthetravelpassion/ e sulla pagina Instagramhttps://www.instagram.com/wlust_org/