Instagram è il nuovo strumento di promozione turistica?

Il turismo ha subito numerosi cambiamenti, specialmente con l’avvento dei social network.

Prendiamo ad esempio Instagram.

Attraverso l’utilizzo di hashtag e di geotag ci si trova dinanzi a una specie di “caleidoscopio” di viaggi: luoghi, tradizioni, culture e cibi dal mondo immortalati con un semplice click.
E proprio per questo, la figura dei travel blogger sta crescendo a dismisura.

Instagram sta modificando il mondo del turismo?

La risposta è sì: qualche decennio fa, per scegliere e pianificare una destinazione nel dettaglio ci si rivolgeva alle agenzie di viaggi. Oggi tale meccanismo persiste ma con grandi difficoltà, perché si opta per quei servizi che consentono di prenotare online, come Booking, Skyscanner, Tripadvisor e così via.

Instagram, funge da “brochure“: specialmente i giovani, si lasciano ispirare dagli influencers che attraverso racconti, foto e stories offrono veri e propri itinerari.

E le strutture ricettive ringraziano, decidendo di investire sulla promozione digitale. In che modo? Pagando i travel blogger più seguiti in cambio di contenuti.

Si può dunque viaggiare sponsorizzati e ve ne parliamo meglio qui: “Come essere pagati per viaggiare”.

Il rapporto tra Instagram e turismo si sta consolidando e allo stesso tempo stanno cambiando le regole dettate dalla comunicazione di massa.
Ci si allontana sempre di più dal concetto di “pubblico passivo” ma si va incontro a un sistema prettamente flessibile dove si decide quando, come e cosa ascoltare.

Siamo noi che scegliamo chi seguire ma soprattutto chi considerare come un punto di riferimento che viaggia in maniera direttamente proporzionale con i nostri interessi. Si offre sempre più spazio all’aspetto visivo, preferendo così foto e video a delle letture di viaggio approfondite.

Un posto è “instagrammabile“? Avrà sicuramente un’altissima probabilità di essere visitato.
Lo stesso discorso vale anche per il cibo: sono tanti i bar e i ristoranti che hanno raggiunto un boom di clientela grazie ai social.

Insomma, il mondo del turismo è cambiato e chi viaggia non si accontenta più come un tempo.
Ora però ci si chiede: fino a che punto instagram riuscirà ad insediarsi come strumento di promozione?

Autrice: @linda_wlust92  (<- Seguimi su instagram! 🌻)

LEGGI ANCHE:

“Passaporto: come ottenerlo, costo e rinnovo”

“Dove si vive low cost? – Ecco la top 3!”

“Si può essere pagati per viaggiare?”

“Viaggiare con pochi soldi in tasca? Si può!”

“Come risparmiare per poter viaggiare?”

“Cosa significa viaggiare?”