Cibi dal mondo: i rustici

I rustici rappresentano una delle prelibatezze della cucina salentina.
Ideali per uno spuntino o un pranzo al sacco, sono davvero semplici da preparare e si possono farcire secondo le proprie preferenze.
Dalla forma rotonda, i rustici leccesi sono composti solitamente da: pasta sfoglia, passata di pomodoro, mozzarella, besciamella, sale, olio e vengono spennellati con l’uovo prima della cottura in forno.

Si possono trovare in quasi tutti i bar e gastronomie della zona: invece, in altre città italiane il termine rustico è un “finger food” che può avere la forma rotonda, quadrata o di un croissant.
E a tal proposito oggi vogliamo proporvi una ricetta semplicissima molto amata dai bambini… i rustici con i wurstel!

Spesso vengono serviti nei buffet, negli aperitivi o nei compleanni e richiedono l’utilizzo di soli tre ingredienti: pasta sfoglia, wurstel e uova (una sola è sufficiente, che consente di dorarli e cuocerli per bene).

Preparazione dei rustici

Adagiate sul tavolo la pasta sfoglia e tracciate dei rettangoli pari alla lunghezza dei wurstel. Questi ultimi vanno inseriti sull’estremità delle forme ricavate: arrotolate dunque la sfoglia facendo aderire bene il tutto (e ovviamente andando a eliminare l’impasto in eccesso).

Adesso tagliateli in piccole rondelle e metteteli sulla carta da forno in una teglia. Sbattete l’uovo in una ciotola e con l’aiuto di una spatola da cucina, spennellate la parte superiore dei rustici.

Infornate a 180° per 15-20 minuti. Servite e buon appetito!

In alternativa, seguendo la stessa procedura potete sostituire i wurstel con salumi, tonno, verdure, formaggi e tutto ciò che più preferite (anche la nutella, per prepararli nella versione dolce!)

E voi li avete mai preparati? Se sì, come?
Ditecelo nei commenti!

Autrice: @linda_wlust92  (<- Seguimi su instagram! )

SCOPRI ANCHE:

“Storia e ricetta dei cookies americani”

“Muffins con soli quattro ingredienti!”

“Storia dei Donuts, le famose ciambelle americane!”

“Pancakes senza latte né uova!”

“Quanti tipi di sushi esistono?”