Quando fu progettato l’Arco di Trionfo?

L’Arco di Trionfo è uno dei monumenti più famosi di Parigi. E’ considerato come il punto di inizio dei conosciutissimi ChampsÉlysées, uno dei viali più grandi della città.

Situato al centro della piazza Charles De Gaulle (chiamata un tempo Place de l’Étoile), attrae ogni anno visitatori da ogni parte del mondo.

Qual è la sua storia?

Esso fu progettato da Napoleone nel 1806, subito dopo la Battaglia di Austerlitz. L’intento era quello di creare un punto di partenza per la creazione di un viale che avrebbe collegato il Louvre alla Piazza della Bastiglia. La sua costruzione però, non avvenne in maniera repentina: a causa delle sconfitte napoleoniche del 1912 e del 1914, i lavori vennero spesso sospesi.
Soltanto nel 1836 ci fu il completamento dell’opera, dopo diversi anni dalla morte di Napoleone (1921). Nel 1896 invece, è stato classificato come uno dei monumenti storici della Francia.

L’arco, ha un’altezza di 50 metri e come ordine di grandezza nel mondo è al secondo posto, subito dopo l’arco della Corea del Nord. Al suo interno, possiamo trovare i nomi di 660 generali francesi: alcuni di essi sono sottolineati per indicare il fatto che siano morti in battaglia. La parte più emozionante dell’arco sta però alla base: dal 1920 è presente la Tomba del Milite Ignoto e una fiamma costantemente accesa. In questa tomba è presente il cadavere di uno dei soldati morti in battaglia durante la Prima Guerra Mondiale; non essendo però mai stato identificato il suo corpo, porta l’anonimato ma è diventato comunque il simbolo in memoria di tutti francesi morti durante le battaglie nel corso della storia.

Sulla tomba è presente la frase:
“Ici repose un soldat français mort pour la patrie”

Autrice: @linda_wlust92  (<- Seguimi su instagram! )

LEGGI ANCHE:

“Parigi: cosa visitare e cosa mangiare”

“Montmartre: il quartiere degli artisti”

“Tour Eiffel: da antenna radiofonica a simbolo di Parigi”