Letteratura di viaggio: origini e caratteristiche

Nel corso della storia, numerosi scrittori e poeti si sono occupati di una tematica del tutto affascinante, ossia il viaggio.

Descrivere nei dettagli alcune esperienze vissute in paesi stranieri, narrare episodi di avventure in posti insoliti sono solo alcuni elementi che fanno parte della letteratura di viaggio.

Caratteristiche

Questo genere letterario si occupa di tutti i processi che fanno parte del semplice “spostarsi da un luogo ad un altro”.
Conosciuta anche come narrativa di viaggio, questo filone letterario non tratta un semplice resoconto di ciò che prova il viaggiatore dinanzi a nuovi territori o a nuove culture: al contrario, abbraccia diverse discipline, quali la scienza, l’arte e l’immaginazione.

La letteratura di viaggio non possiede caratteristiche ben precise ma generalmente essa può comprendere:

  • La registrazione di date ed eventi
  • I diari di esperienze vissute (o immaginate)
  • I reportage
  • Le guide

Origini

E’ difficile stabilire una data precisa. Tuttavia, le prime tracce di narrativa di viaggio in senso metaforico risalgono a diversi secoli fa: basti pensare all’ “Odissea” di Omero o alla famosissima “Divina Commedia” di Dante Alighieri.

Oggi, il tema del viaggio è super richiesto nella letteratura e sono moltissimi gli autori che trattano questa tematica, spesso sfociando anche nel giornalismo.

Autrice: @linda_wlust92  (<- Seguimi su instagram!)

LEGGI ANCHE:

“Passaporto: come ottenerlo, costo e rinnovo”

“Viaggiare con pochi soldi in tasca? Si può!”

“Come pianificare un viaggio in poco tempo?”

“Come risparmiare per poter viaggiare?”

“Si può essere pagati per viaggiare?”

Foto di fotografierende da Pexels