~ Cos’è la sindrome di Wanderlust?

Percepite l’esigenza costante di voler viaggiare, esplorare il mondo e di evadere?
Non riuscite a stare fermi per tanto tempo in uno stesso posto perché vi sentite con lo spirito un po’ nomade?
Molto probabilmente siete affetti dalla sindrome di Wanderlust. Di cosa stiamo parlando?
In senso letterale, stiamo parlando di una parola composta a sua volta da due parole: Wander e lust.
Molti, secondo la logica della pronuncia inglese potrebbero pensare che ci sia un errore a livello ortografico e che quindi bisognerebbe scrivere “Wonder” al posto di “Wander”.
Niente di più sbagliato. Non si tratta di un termine inglese: la parola wander è di origine tedesca e sta a significare in senso generico “camminare, vagare, vagabondare”. Il termine lust invece è inglese ed è da intendere come “passione o voglia irrefrenabile”.
Facendo dunque un puzzle e ritornando al termine Wanderlust possiamo affermare che significa appunto “Voglia irrefrenabile di vagare”.

 

                             “Not all those who wander are lost” (Tolkien)     
                            “Non tutti quelli che vagano si sono persi”.


Se pensate che questa sindrome sia un qualcosa di negativo, beh, vi sbagliate completamente.
Tutti coloro che viaggiano costantemente o che comunque possiedono questo desiderio irrefrenabile hanno grandi virtù: vedono la vita con occhi diversi, vanno alla ricerca costante del nuovo, del magico, del diverso e sono contro ogni tipo di chiusura mentale a livello di stereotipi.

www.wlust.org

E voi siete affetti da questa sindrome?
Lasciateci un commento qui sotto:


Seguiteci anche su Facebookhttps://www.facebook.com/wanderlustthetravelpassion/ e su Instagram: https://www.instagram.com/linda_wlust92/