Perché il Capodanno Cinese non si festeggia l’1 Gennaio?

Sabato 25 Gennaio 2020 inizia il Capodanno Cinese, l’anno del Topo. Come mai ogni volta si festeggia in una data diversa e non giorno 1 come nella maggior parte del mondo?

In Cina, le festività “natalizie” sono note come la Festa di Primavera, detta anche capodanno lunare. La durata è di 7 giorni: in questo lasso di tempo, gran parte dei lavoratori sono in vacanza e le scuole restano chiuse.

Un po’ come accade nel mondo occidentale, durante il capodanno cinese le famiglie si riuniscono per mangiare del buon cibo e festeggiare con danze, spettacoli ed eventi. Anche le abitazioni sono addobbate a festa e il colore che spicca di più è certamente il rosso (basti pensare alle lanterne cinesi).

Nel 2020, l’anno del Topo comincia il 25 gennaio, mentre nel 2021 sarà il 12 febbraio. Questo perché il loro calendario non è sempre uguale e la Festa di Primavera può capitare nel periodo che va dal 21 gennaio al 20 febbraio

Tradizioni Capodanno Cinese 

Oltre alla presenza di numerosi spettacoli ed eventi folkloristici, il Capodanno Cinese si basa su una serie di tradizioni. Ecco le 3 più note:

Cibo portafortuna. Il cenone della vigilia è principalmente a base di pesce (soprattutto la carpa), ravioli (sia salati che dolci), involtini primavera, riso, spaghetti, mandarini e arance. Nella loro mentalità, mangiare queste pietanze, è un gesto che porta energia positiva, produttività lavorativa, salute e amore. 

Buste rosse. Conosciute con il termine di “hongbao“, queste buste contengono soldi e vengono regalate a chi ne ha più bisogno, ad esempio bambini, anziani e gente che non dispone di molte risorse economiche.

Pulizie in casa. Per prepararsi alla Festa di Primavera, i cinesi usano pulire casa da cima a fondo, così da chiudere con il vecchio anno ed allo stesso tempo renderla più accogliente per gli ospiti che saranno presenti durante il cenone.

Superstizioni Capodanno Cinese

Come avete potuto ben intuire, i cinesi sono molto superstiziosi. Il giorno di Capodanno, compiono una serie di azioni che secondo loro potrebbero portare fortuna e prosperità, ad esempio non:

  • Lavare i capelli
  • Fare il bucato o le pulizie
  • Utilizzare aghi, coltelli o forbici
  • Pronunciare parole tristi
  • Piangere
  • Rompere piatti
  • Uccidere animali
  • Prestare denaro
  • Mangiare zuppe
  • Indossare abiti neri

E tanto altro ancora… 

Dal giorno successivo invece, si potrà riprendere la normale routine. Che ne pensate?

Autrice: @linda_wlust92  (<- Seguimi su instagram!)


Foto di Min An da Pexels