Alberobello: cosa fare e cosa vedere in un weekend

Stai programmando un viaggio in Puglia? Alberobello è la meta da cui partire.

Famosa principalmente per i trulli, questo piccolo paesino è caratterizzato da un aspetto grazioso e molto caratteristico. Le sue tipiche abitazioni a triangolo, che per struttura assomigliano a dei piccoli coni di pietra che solleticano il cielo, hanno nel tempo irrobustito la sua fama, portando il comune pugliese tra le più belle destinazioni turistiche della regione e d’Italia. Il suo territorio è molto ristretto, tant’è che Alberobello è oggi una meta scelta soprattutto per soggiorni brevi e gite fuori porta.

Diverse sono però le cose da fare qui, che assieme alla cucina e al bagaglio di tradizioni locali, riescono ad attrarre ogni anno un numero di turisti sempre più elevato. Scoprite quali sono i piatti tipici della Puglia.

Nella guida di oggi proviamo a mettere in risalto le principali attrazioni del posto e le attività che è possibile prendere in considerazione nei dintorni. Ecco una lista dei luoghi da non perdere ad Alberobello.

Trullo Sovrano

I trulli sono delle abitazioni molto caratteristiche, oggi dichiarati Patrimonio dell’Umanità e parte della proposta turistica locale. In queste particolari strutture è possibile pernottare, provando un’esperienza di viaggio unica nel suo genere. Il Trullo Sovrano rappresenta la costruzione più grande di Alberobello. Costruito nel ‘700, esso è oggi visitabile con ticket acquistabile a pochi euro. Al suo interno è possibile ammirare la tipologia di abitazione in cui un tempo soggiornava la famiglia di un sacerdote.

Trullo Sovrano

Trullo Siamese

Il Trullo Siamese è uno dei più antichi di Alberobello. La sua struttura è peculiare perché avvicina due costruzioni in una. La leggenda narra infatti che tale divisione fu imposta da una violenta lite tra fratelli, invaghitisi della stessa donna e per questo costretti a separare anche la casa in cui vivevano per non incontrarsi mai più.

Vista Panoramica

Nei trulli risiedono oggi non solo strutture ricettive ma anche negozietti in cui poter acquistare prodotti locali, pezzi di artigianato, saponi fatti in casa, candele e stoffe. In una di queste botteghe viene dato accesso ad una magnifica terrazza, dalla quale è possibile godere di una vista panoramica molto suggestiva. Il negozio di alimentari segnala la presenza del balconcino con vista attraverso una segnaletica posta all’esterno.

Vista panoramica Alberobello

Chiesa dei Santi Medici Cosma e Damiano

Costruita nel 1885, la Chiesa dei Santi Medici Cosma e Damiano presenta un magnifico stile neoclassico.

Questa costruzione religiosa domina la piazza principale e rappresenta il luogo di fede principale ad Alberobello.

Grotte di Castellana

Dopo aver girato in lungo e in largo il paesino di Alberobello, vi consigliamo di estendere la visita anche ai suoi dintorni. Le Grotte di Castellana, a tal proposito, costituiscono una meta molto interessante. Trattasi di cavità rupestri di origine carsica che custodiscono al loro interno stalattiti e stalagmiti che hanno preso nel tempo forme curiose. Il punto focale del posto è sicuramente la Grotta Bianca.

Zoo di Fasano

Chi viaggia con i bambini può anche concedere una visita allo Zoo di Fasano, dove poter intraprendere un safari tra interessanti zone floristiche e faunistiche.

Monopoli

Monopoli è poco distante da Alberobello ed è anch’essa molto carina. Una piccola cittadina sul mare a cui rubare scatti fotografici e specialità culinarie.

Autrice: Marika Tafuri
Il suo blog:http://www.viaggioneisapori.com